Home / Riscaldamento / Riscaldamento elettrico / Qual è l’interesse del fattore di abilità per un radiatore elettrico? (françaisespañol – english)

Qual è l’interesse del coefficiente di abilità per un radiatore elettrico?

Condividi

Il coefficiente di abilità (C.A.) è un concetto specifico dei sistemi di riscaldamento e dei radiatori. È un dato che permette di caratterizzare le prestazioni della regolazione (il termostato per farla semplice) e la reattività dell’emettitore di calore (il radiatore). Il radiatore può riscaldare rapidamente la stanza? Mantenere la temperatura senza variazioni? Assicurare una temperatura uniforme dal pavimento al soffitto? È questo coefficiente che risponde a queste 3 domande! Questi dati normativi (per alcuni radiatori) ci permettono di confrontare le prestazioni dei nostri radiatori.

Contenuto:

  • Cos’è il coefficiente di abilità di un radiatore elettrico?
  • Il coefficiente di abilità del radiatore: variazione di temperatura nel tempo e nello spazio
  • Il coefficiente di abilità della tecnologia di riscaldamento elettrico: specificità dei radiatori a infrarossi
  • A quali valori del coefficiente di abilità bisogna mirare per un radiatore efficiente?

Cos’è il coefficiente di abilità di un radiatore elettrico?

Il coefficiente di abilità è un dato tecnico, di solito certificato (ottenuto in un laboratorio), che riflette le prestazioni di un radiatore elettrico. Questi dati sono presi in considerazione nel software di calcolo che permette agli uffici di progettazione di integrare i radiatori elettrici in un processo di conformità con le norme termiche in vigore (RT2012 attualmente). In breve, ci assicuriamo che un radiatore sia efficiente prima di integrarlo in un nuovo edificio.

Il coefficiente di abilità del radiatore: variazione della temperatura ambiente nel tempo e nello spazio…

Il coefficiente di abilità (in termini profani):

« Riflette la capacità del radiatore di fornire rapidamente il calore, di mantenerlo relativamente uniforme nello spazio (cioè con la minima differenza possibile dal pavimento al soffitto), in modo sostenibile nel tempo e con precisione (seguendo un set point di temperatura) »

Fonte DEGXEL fabricante dei radiatori elettrici

Scarso coefficiente di abilità:

Scarso coefficiente di abilità: Temperatura non omogenea nello spazio e non stabile nel tempo

 

Buon coefficiente di abilità

Buon coefficiente di abilità: Temperatura omogenea dal pavimento al soffitto con poca variazione nel tempo!

Per definire un radiatore elettrico come efficiente, la regolazione termica (RT2012 – metodo di calcolo normativo Th-CE) si basa su 3 criteri:

1) la variazione spaziale (cioè la variazione della temperatura nello spazio) deve essere la più piccola possibile:

  • Questo si ottiene quando il radiatore fornisce più radiazione possibile (e quindi meno convezione possibile).
  • Per esempio, i radiatori radianti sono classificati in classe B3 che significa una variazione spaziale di 0,2°C per un’altezza del soffitto inferiore a 4 metri, che è eccellente. La stratificazione dell’aria (per esempio 14°C sul pavimento e 27°C sul soffitto) deve essere evitata a tutti i costi.
  • Gli altri radiatori hanno una variazione spaziale di 0,4°C.

2) la variazione temporale (cioè la variazione di temperatura nel tempo) deve essere la più piccola possibile:

  • Questi dati riflettono la precisione e quindi l’efficienza della regolazione elettronica (il termostato) associata al trasmettitore. È la capacità della coppia radiatore-termostato di limitare il più possibile le ondate di calore (caldo-freddo) adattandosi alle condizioni climatiche variabili durante il giorno (più freddo di notte, guadagno solare a mezzogiorno, ecc.) e alle variazioni della domanda (se il locale è occupato o meno dagli abitanti).
  • Idealmente, la temperatura dovrebbe variare solo leggermente intorno alla temperatura impostata dal termostato, indipendentemente da questi cambiamenti.
  • La variazione temporale deve essere la più piccola possibile. Per saperne di più sulla variazione temporale dei sistemi di riscaldamento.

3) la reattività del trasmettitore:

  • Il radiatore dovrebbe, per progettazione, avere meno inerzia possibile per essere il più reattivo possibile alla domanda. Il radiatore deve riscaldare rapidamente la stanza non appena viene rilevata la presenza degli occupanti o non appena la temperatura target programmata non viene raggiunta.
  • Per riscaldare rapidamente la stanza, la componente radiante deve essere la più alta possibile. Questo è particolarmente vero quando la stanza è fredda. Ecco perché i radiatori a infrarossi sono particolarmente efficaci per le stanze non riscaldate quando si è fuori casa.

I primi 2 criteri sono « inclusi » nella nozione di coefficiente di abilità: la più piccola variazione spaziale possibile + la più piccola variazione temporale possibile = il più piccolo coefficiente di abilità possibile.

» Coefficiente di abilità (c.a.) = (DM/2+AM)/2

  • DM è la media dei valori di deriva calcolati dai singoli risultati ottenuti durante le prove di certificazione di tutti i prodotti in un intervallo dichiarato e definito dal richiedente.
  • AM è la media dei valori di ampiezza calcolata dai singoli risultati ottenuti durante le prove di certificazione di tutti i prodotti in un intervallo dichiarato e definito dal richiedente.  «

Complesso? State tranquilli, il coefficiente di abilità è fornito direttamente dai produttori che hanno i loro radiatori certificati.

Il coefficiente di abilità della tecnologia di riscaldamento elettrico: specificità dei radiatori a infrarossi

Come menzionato sopra, la componente radiativa (o radiante = riscaldamento delle masse) deve essere la più grande possibile per soddisfare i criteri di prestazione. In altre parole, la componente convettiva (convezione = riscaldamento dell’aria) deve essere la più piccola possibile.

Tuttavia, per ottenere un valore certificato del coefficiente di abilità, è indispensabile che il dispositivo di controllo della temperatura (cioè il termostato) sia parte integrante del radiatore (a bordo). Infatti, se per progettazione il radiatore può essere controllato da qualsiasi tecnologia di termostato (analogico cablato, digitale cablato, wireless locale, internet wireless, ecc.), non sarà in grado di ottenere un valore certificato.

Questo non significa che il radiatore non sia efficiente o che non sia uguale ai radiatori indicati come conformi a uno standard. È il metodo di certificazione che vieta questa possibilità comparativa. Inoltre, la stragrande maggioranza dei radiatori a infrarossi, non include un termostato per consentire la massima flessibilità possibile in termini di controllo. Questa tecnologia, anche se molto efficiente (per i migliori), soddisfa un tasso di radiazione di base ineguagliato da altre tecnologie di radiatori.

La parte radiante del radiatore dovrebbe essere la più grande possibile

La parte radiante del radiatore dovrebbe essere la più grande possibile

Spiegazione video (2 min) delle differenze tra il riscaldamento per convezione e quello per radiazione

A quali valori del coefficiente di abilità bisogna mirare per un radiatore efficiente?

Più basso è il coefficiente di abilità, meglio è.

Esempi di radiatori elettrici efficienti:

  • Radiatore a calore morbido con facciata riscaldante + elemento riscaldante in alluminio INGENIO thermor: C.A. eccellente di 0.07
  • Pannello radiante Solius Atlantic Amadeus 2 Thermor (da 500W fino a 2000W): C.A. eccellente di 0.08
  • Radiateur Super Fonte active® à Chaleur Douce Intégrale Calidou NOIROT: C.A. eccellente di 0.08
  • Radiatore a calore morbido a inerzia DIVALI Atlantic: C.A. eccellente di 0.08
  • Pannello radiante Solius Atlantic Amadeus 2 Thermor digital (da 500W fino a 2000W): C.A. eccellente di 0.05 (dotato di un controllo elettronico digitale con compensazione della deriva) con una precisione di 0,1°C
  • Pannello radiante Solius Ecodomo Atlantic: CA di 0.14
  • Radiatore a calore morbido con fluido di trasferimento del calore ACCESSIO Atlantic: CA di 0.14
  • Pannello radiante Tatou Atlantic: C.A. di 0.17

Per saperne di più su radiatori e riscaldamento elettrico

File esperto: Quali sono le caratteristiche del radiatore ideale?

File esperto: Come stimare facilmente il numero di radiatori elettrici e la potenza termica necessaria per le vostre esigenze?

Come scegliere un radiatore a infrarossi: I migliori radiatori a infrarossi

Quali radiatori elettrici sono conformi alla direttiva europea EcoDesign?

File esperto: Perché e come aumentare la temperatura percepita in una stanza riscaldata?

File esperto: Come si possono riscaldare in modo efficiente spazi complessi o molto difficili da isolare?

File esperto: Come riscaldare una veranda in modo efficiente?

Scoprite le ultime innovazioni delle principali aziende di riscaldamento elettrico

degxel
heat4all
chauffage thermor

IT-FOX67

Résumé
LE PRESTAZIONI DI UN RADIATORE ELETTRICO SI RIFLETTONO NEL SUO COEFFICIENTE DI ABILITÀ (CA)
Titre de l'article
LE PRESTAZIONI DI UN RADIATORE ELETTRICO SI RIFLETTONO NEL SUO COEFFICIENTE DI ABILITÀ (CA)
Description
Qual è l'interesse del coefficiente di abilità per un radiatore elettrico? Cos'è il coefficiente di abilità di un radiatore elettrico? Il coefficiente di abilità della tecnologia di riscaldamento elettrico: specificità dei radiatori a infrarossi A quali valori del coefficiente di abilità bisogna mirare per un radiatore efficiente?
Auteur
Foxof
Foxof
Meilleures innovations pour l’habitat